domenica 12 gennaio 2014

LA CORSA DI MIGUEL 2014

Avete tempo fino a martedì per iscrivervi alla quindicesima edizione della Corsa di Miguel che si terrà a Roma il 19 gennaio.
Prima edizione nel lontano 2000, la corsa è dedicata a Miguel Sanchez, podista e poeta argentino, che il 9 gennaio 1978 venne rapito da un comando paramilitare, diventando uno dei quasi 30 mila desaparecidos.
L'anno scorso sono stati oltre 4600 podisti a tagliare il traguardo dei 10km.


Per tutte le info e l'iscrizione alla gara potete visitare il sito lacorsadimiguel.it.

Petra

giovedì 9 gennaio 2014

TI VA UN'ULTRA?

La prima volta che ho sentito parlare di ultramaratona ho pensato fosse uno scherzo. All'epoca mi sembrava impossibile anche fare una mezza maratona, figuriamoci decine e decine di chilometri. Il secondo pensiero era stato: questi sono completamente pazzi. Il terzo di andare a mangiare un pezzo di pizza così da recuperare le energie spese solo per il pensiero di dover macinare così tanti chilometri. 
E guardate un po' le cose come cambiano...da allora ho fatto decine di mezze maratone e una maratona. Nell'ultimo anno non mi sono allenata molto, colpa del lavoro e di alcuni infortuni ma spero di recuperare nei prossimi mesi. Ma come per tutte le cose della mia vita, ci vuole qualcuno che mi dia una spinta, un'aiuto a decidere oppure mi ci vuole un'obiettivo a medio termine per combinare qualcosa. 
L'altro giorno chiusa in casa da un tempo con oltre dieci gradi sotto zero dopo aver lavorato, letto, scritto un poco, sono stata attirata da un messaggio su facebook che parlava del nuovo calendario di ultramaratone in Italia per il 2014. Sul sito di iutaitalia.it, il sito dell'associazione italiana di ultramaratona e ultra, ho iniziato a sbirciare per curiosità le gare, i chilometraggi (assurdi!) e anche le date. Più leggevo e più l'idea che prima era solo un minuscolo pensiero, diventava una possibilità. E se provassi anch'io? Ma ci riuscirei? Quasi, quasi...
E poi eccola lì. Una 6 ore vicinissima a casa mia. Spiegazione della gara very easy: bisogna correre per sei ore e fare più chilometri possibile. Semplice da dire ma da fare non proprio. Guardo il sito e la classifica finale dello scorso anno. Impossibile fare i chilometraggi dei partecipanti. Lasciamo perdere. Chiudo la pagina e guardo la pianta sulla finestra e poi le macchine che scorrono sotto di me. Un sorso di succo alla mela e il pensiero ritorna. Ma chissenefrega dei chilometri, io ci provo lo stesso. Riapro la pagina della Self Trascendence e mi vedo anch'io alla partenza insieme alle poche donne (speriamo un po' di più quest'anno) il 27 aprile prossimo. I venti minuti dopo li passo a programmare gli allenamenti che mi accompagneranno da qui a tre mesi.
Allenamento impegnativo che so già mi metterà in difficoltà per la mancanza di tempo, ma ci voglio provare. Qualcuno mi dice sempre che se si vuole veramente una cosa bisogna fare di tutto per ottenerla (ho rivisitato un po' la frase ma il senso è lo stesso) e quindi...obiettivo Self Trascendence, San Vito di Gaggiano (MI), 27 aprile 2014. Chilometraggio da raggiungere almeno 50 km...
Adesso non mi resta che iniziare ad allenarmi...fatemi un inboccaallupo!

Petra

lunedì 29 aprile 2013

NIKE TRAINING CLUB APP...COSA ASPETTATE A SCARICARLA?

Ragazze se avete bisogno di un allenatore o se siete indecise su quale allenamento fare per perdere peso o per prepararvi alla prova costume questa è la soluzione che fa per voi.
Ecco l'app che ti aiuta ad allenarti qualunque sia il tuo obiettivo: snellire, tonificare o costruire massa muscolare. Si chiama TRAINING CLUB APP, ora nella versione italiana, che Nike ha dedicato a tutte le donne.  
L'app, scaricabile gratuitamente da ITunes, è stata realizzata da un trainer professionista del team Nike che ha costruito 60 allenamenti suddivisi in tre livelli: principianti, intermedi ed esperti. Ci sono workout da 30 e da 45 minuti. E per chi non ha molto tempo a disposizione anche allenamenti mirati da 15 minuti. 

L'app è impostata per obiettivi: dimagrisci, tonifica e potenzia. Scegliete il vostro obiettivo e il livello da cui partire e avrete a disposizioni il vostro personal trainer!

Io l'ho appena scaricata. Dopo esservi registrate velocemente, potete scegliere il vostro obiettivo e il livello. E in pochissimi secondi iniziare l'allenamento. Ci sono le foto, le descrizioni degli esercizi (ma potete scegliere in alto a destra anche di vedere il video) e l'indicazione di cosa vi serve per completare l'allenamento: manubri, palla medica, ecc. Ora che siete pronte cliccate sul pulsante "fai un allenamento" e l'app vi guiderà passo passo scandendo i tempi durante lo svolgimento di tutti gli esercizi.
Potrete poi valutare i vostri progressi, gli allenamenti che avete fatto e anche i premi che vi meriterete solo al completamento dei workouts. 
Vi consiglio di sbirciare anche gli allenamenti bonus. Io ho scaricato subito quello di allenamento alla preparazione della maratona che ha come personal trainer d'eccezione Paula Radcliff!!! Pazzesco, no?
Siete ancora lì? Correte a scaricare Nike Training Club App...

Petra

domenica 28 aprile 2013

ONE TO TRI...NEWS

Si stanno allenando. Tantissimo. Ma si stanno anche divertendo. Il "lavoro" di un triatleta è faticoso e impegnativo ma loro, i 6 di One to Tri, se la stanno cavando alla grande.
Dopo la Milano City Marathon continuano tutti a correre, a nuotare e a pedalare in vista di altri test e di altre gare. Alla staffetta Alexandra per i giudici è stata la migliore ed ha guadagnato così 25 tribit. Anche Alberto però se ne è aggiudicati 5 grazie al voto di Fabian. Peccato per Maddalena risultata la peggiore della prova che ha perso 30 tribit. Ma sappiamo che presto si potrà rifare!
Periodo felice per Alexandra che vince anche il contest lanciato da One to tri sulla community che segue da vicino i nostri protagonisti. La nuotatrice infatti ha ottenuto più voti degli altri e con questo primo posto si è guadagnata altri punti che l'hanno portata al vertice della classifica generale.
Complimenti Alexandra!
Se volete continuare a seguire le vicende dei futuri triatleti potete andare sul sito onetotri.it e vi consiglio di guardare i video delle puntate per conoscoscerli meglio.
E poi c'è il loro blog con tante curiosità...
Ragazzi siamo con voi!!!

Petra

lunedì 8 aprile 2013

THE POSH RACE...SPORTIVE SI DIVENTA

Hanno 180 giorni di tempo per prepararsi per i 21 km della London's Royal Parks Foundation. Ma loro non sono sportive, non sono amanti della corsa, non si allenano. Chi sono? Sono le sei protagoniste di The Posh Race, il web reality firmato dalla Silvia Ranzi Communication. Sono manager, giornaliste, interior design. Sono donne in carriera, fashion victim che dovranno togliersi i tacchi e indossare le scarpe da ginnastica. Forse qualcuna non è ancora convinta perchè, come spiega Silvia Ranzi "loro hanno corso solo per arrivare ai saldi di fine stagione". Ma dovranno farlo perchè correre una mezza maratona non è una passeggiata anche se sono fortunate perchè in questo percorso verranno seguite da un coach d'eccezione. Daniel Fontana, triatleta e ironman professionista, avrà un bel da fare. Non solo seguirà le ragazze negli allenamenti ma cercherà di farle diventare delle vere sportive e quindi curerà la loro alimentazione e la loro forma fisica. "Per me è una sfida ambiziosa" ha detto
Daniel che tutti i giorni si trova ad allenare degli atleti professionisti e quindi in un mondo completamente diverso da quello delle sei protagoniste. Gli allenamenti per alcune di loro partiranno dalle basi: camminare e poi correre. Poi arriveranno le prime gare, su distanze brevi, di avvicinamento alla mezza Londra.
Le concorrenti Barbara Cologni, Daniela Luzio, Simona Perrini, Silvia Ranzi, Laura Vettorato e Daria Vitali formano uno splendido team. Sono donne dai 24 ai 45 anni tutte accomunate dal fatto di essere anni luce lontane dal mondo della corsa che invece dovranno imparare ad amare. E non sarà complicato, ne sono sicura.
"L'obiettivo" ha spiegato Silvia Ranzi, producer ma anche concorrente del reality "è quello di trasmettere a tutte le donne che lo sport è importante, che fa bene non solo fisicamente ma che influisce positivamente anche sull'umore".
Ogni settimana sul sito theposhrace.com e sui canali Facebook e youtube potrete vedere le puntate, leggere il blog delle concorrenti, vedere foto e i loro progressi dutrante i sei mesi di allenamento fino alla gara del 6 ottobre. Non ci saranno delle eliminazioni ma ci saranno invece dei test dove verranno premiate le migliori e anche voi potrete votare la vostra preferita.
Allora cosa aspettate? Se anche voi non avete fatto un passo di corsa o se come me siete curiose di sapere come farà Daniel a farle diventare sei atlete non potete far altro che seguire The Posh Race...
E come ha detto Daniel "lo sport è impegno, fatica e...si deve correre!". Ragazze...siete avvertite!

Petra

domenica 7 aprile 2013

ONE TO TRI...I PROTAGONISTI

Hanno un desiderio. Diventare triatleti. Sono ragazzi come noi. Non mi sbaglierei se li definissi i ragazzi della porta accanto. Hanno un lavoro, sono fidanzati, amano lo sport come molti di noi. Quello che mi ha colpito di loro è stato il sorriso e la voglia di mettersi in gioco. C'è chi è più spigliato e chi più riflessivo. Ognuno ha una storia da raccontare che potrete ascoltare nei loro video o leggere sul blog di One to tri. A me ognuno di loro ha colpito per un motivo differente. Maddalena per esempio è toscana e, per le coincidenze della vita (pazzesche!) abita vicino alla sede della società dove lavoro. E' una ciclista. Di lei sono sicura vi colpirà la grande simpatia e la battuta sempre pronta. E' una forza e il suo impegno, ne sono sicura, la ripagherà anche in vasca! Alberto, l'altro ciclista, Maddalena l'ha soprannominato il primo giorno Thor! E forse ha ragione. E' di Brescia, ha un bel sorriso e un fisico da atleta e per me è il più competitivo. Ho visto nei suoi occhi la voglia di vincere e di arrivare a Barcellona. Più timido invece Nicola, tennista (come me) ma soprattutto runner. Lui non ha mai fatto una gara "Io esco e corro" un po' alla Forrest Gamp ma vi assicuro molto più affascinante. Di Nadia vi colpirà di sicuro la bellezza e quella eleganza che hanno in poche. Ma per raggiungerla dovrete faricare perchè corre davvero forte e presto diventerà anche una ciclista provetta, giusto? Il nuoto invece è la passione e il lavoro di Alexandra. Sorriso contagioso e lunghi capelli biondi. Dopo pochi minuti pensi che potrebbe diventare di sicuro una tua amica. Vive in piscina ma bici e scarpette da corsa dovranno diventare le sue migliori amiche! L'ultimo concorrente è il più giovane ma quello che agli occhi di tutti è il più temuto. Marco è un nuotatore ma se la cava bene anche a correre. E' molto carino e simpatico. Fa il restauratore ed anche il suo obiettivo è quello di diventare triatleta.
La gara è iniziata con la consegna delle magliette ufficiali da parte di Linus e già oggi alla loro prima sfida, la staffetta alla maratona di Milano, sono andati alla grande!!!
Ora sta solo a voi ragazzi...in bocca al lupo...dalla vostra fan numero uno!!!

Petra

mercoledì 3 aprile 2013

ONE TO TRI...IL REGOLAMENTO

Per vincere devi guadagnare i Tri beat!
I sei protagonisti di One to tri non dovranno solo nuotare, pedalare e correre. Dovranno anche farsi conoscere, scrivere e impegnarsi per vincere le sfide che avranno come premio i tri beat. Cosa sono i tri beat?! Sono dei punti che permetteranno loro di continuare nel programma e di arrivare alla finale. Dovranno confrontarsi e gareggiare uno contro l'altro per l'intera durata del programma. Partiranno tutti con portafoglio di 50 tri beat che potrà aumentare o decrescere fino alla gara del 29 giugno a Sirmione.
Come faranno Alexandra, Nadia, Maddalena, Alberto, Nicola e Marco a raccogliere punti? Lo potranno fare con le prove Power e Encounter. Le prime sono delle partecipazioni a gare di corsa, come la Milano City Marathon a staffetta, di ciclismo, Gran Fondo Valli bresciana, e di nuoto, gara in acque libere. In queste prove saranno i giudici a decidere il migliore (che guadagnerà 10 punti) e il peggiore (che ne perderà 10). Le prove encounter saranno invece dei test dove chi passerà la prova avrà accesso a delle tabelle di allenamento aggiornate. E poi ci saranno anche i punteggi della community. Avete capito bene, il pubblico in alcune fasi della gara potrà votare il proprio preferito. Quindi attenzione a seguire sempre la pagina Facebook e il sito onetotri.it. Volete perdervi la possibilità di far scalare la classifica al vostro atleta preferito?
I punti sono importantissimi perchè diventeranno secondi o minuti di bonus nella gara di Sirmione e solo due atleti, un ragazzo ed una ragazza, avranno accesso alla finale a Cernobbio dove il migliore, cioè colui che avrà una differenza di tempo di chiusura gara inferiore a quella dei primi 5 arrivati si aggiudicherà il pettorale per il Garmin Triathlon di Barcellona!
Ma attenzione perchè chi azzera il proprio portafoglio di tri beat verrà immediatamente escluso dalla competizione!
E poi ci potrebbe essere anche una grande sorpresa per due dei partecipanti alla selezione di One to tri ma che non sono stati scelti tra i sei. Siete pronti? Potreste essere chiamati a garaggiare...quindi da domani, se già non l'avete fatto, dovete iniziare ad allenarvi...seguite le puntate di One to tri e scaricate le tabelle di allenamento...potrebbe essere il vostro momento!

Petra